2010.10.16 Tassa sui cani

In Alto Adige torna in vigore la tassa sui cani. L’imposta, fino a un massimo di 50 euro, è facoltativa e spetta al singolo Comune decidere in merito con apposito regolamento.

Da dichiarazioni sulla stampa locale pare che Bressanone sia favorevole all’introduzione della stessa.

Attualmente, in Alto Adige, sono registrati 36 mila cani.

L’introduzione di tale tributo e’ prevista dalla finanziaria 2011, dopo l’approvazione di lunedì 11 ottobre 2010 dalla Giunta Provinciale.

L’imposta viene considerata un introito per le casse comunali, ma non tiene conto della situazione in cui versano le aree cani e della scarsa qualità dei servizi che vengono offerti ai migliori amici dell´uomo. Alcune categorie, come quella adibita alla guida di non vedenti o al servizio di protezione civile, ne sono, giustamente, esenti.
Il cane gioca quasi sempre un ruolo sociale importante, soprattutto in considerazione della presenza di anziani soli o di bambini ed è considerato un membro della famiglia. Applicare una tassa che colpirebbe indiscriminatamente il cane, senza considerare lo stato sociale del suo proprietario, va contro ai principi e ai valori comunitari della Lega Nord.

La tassa, ad esempio, graverebbe anche su pensionati che percepiscono la pensione minima, su chi si fa già carico totalmente dei costi sanitari, come le cure veterinarie; sarebbe una iniqua vessazione ai cittadini. La quasi totalità di quest´ultimi si fa carico di mantenere le aree pubbliche pulite e solo la minima parte non provvede a raccoglier le deiezioni dei cani.

A mio parere, se la tassa serve unicamente a far cassa per il comune, sarebbe meglio andare a cercare il denaro da altre parti.

Se, diversamente, si vogliono incentivare i padroni degli animali al rispetto delle regole e delle leggi, io farei una politica più di controllo verso chi non ne raccoglie gli escrementi, andando anche ad infliggere pene esemplari ai trasgressori per invogliare tutti i possessori di quadrupedi al rispetto del prossimo ed ad un maggior senso civico.

A rafforzare la mia tesi vi è la constatazione che i residenti sono più attenti al mantenimento della pulizia sui marciapiedi, mentre in concomitanza con l’afflusso di ospiti occasionali, che comunque non pagherebbero la tassa, il problema va a peggiorare.

Il ripristino di questa tassa sui cani, provocherebbe sicuramente molti più abbandoni degli amici dell’uomo. Infatti molti proprietari cercherebbero di non farli più censire tramite l’apposito microchip.

 Lega Nord Valli Isarco e Pusteria

Coordinatore ed addetto stampa Massimo Bessone

Annunci

Informazioni su Lega Nord Brixen Bressanone

Chi vota Lega Nord non è uno che odia, è uno che ama. Ama il rispetto, delle cose, delle leggi, il reciproco rispetto delle persone! Massimo Bessone - Coordinatore Lega Nord Valli Isarco e Pusteria Vice presidente del Consiglio Comunale di Bressanone
Digressione | Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...