2011.05.27 Bressanone: Una multi etnicità a comando

Dalla seduta del Consiglio Comunale di ieri sera, ne usciamo un po’ tutti perdenti.

Il gruppo linguistico italiano sconta l’esiguo numero di consiglieri ed il fatto di risiedere nella sua interezza all’opposizione, mentre il partito di maggioranza sudtirolese, gli Ecosociali ed il multietnico PD fanno un totale ostruzionismo su quelli che possono essere i diritti della minoranza in Alto Adige.

IL PD, sempre più succube della SVP non riesce ad essere propositivo ne è capace a fare gli interessi dei tre gruppi linguistici come da campagne propagandistiche, i suoi esponenti vogliono farci credere.

Una vera e propria multi etnicità utile appunto a scopo pubblicitario o nel momento in cui vi sono delle poltrone da accaparrarsi.

Un esempio lo si è avuto, proprio ieri sera quando è stato affrontato il punto inerente all’approvazione del piano pluriennale delle strutture di accoglienza per bambini 2011-2015.

Un argomento che di per se presentava incongruenze, sottolineate con puntualità dal consigliere Bova, sulle proiezioni dell’aumento degli iscritti presso le scuole dell’infanzia per gli anni a venire.

I consiglieri Bessone e Bova evidenziavano poi la mancanza di un ulteriore sezione in lingua italiana nella zona nord della nostra città, atta a servire le esigenze dei brissinesi e dei cittadini del vicino comune di Varna, ove un indirizzo nella lingua di Dante non esiste.

Questo carenza, tra l’altro, non va a gravare solo sulla multi etnicità della scuola locale,sempre più figlia di una logica di unilateralità e sui diritti della minoranza italiana, ma è anche assurdo che in una in città, già congestionata dal traffico, i cittadini che risiedono nei comuni a nord della stessa che vogliano iscrivere i loro figli ad una scuola dell’infanzia italiana debbano attraversare, con la loro autovettura, la città per recarsi presso gli istituti di Via Roncato o, peggio, di Millan. Andando ad alimentare ancor più il flusso veicolare nelle fasce orarie di grande traffico.

Grande aggregazione invece vi è stata tra gli esponenti di Lega Nord, FLI ed Insieme per Bressanone, su proposte costruttive per la scuola italiana.

Idee anche rivolte al mondo scolastico tedesco, perché solamente con l’interscambio culturale possiamo dare un futuro di coesione alla nostra società e non di divisioni, frutto di vecchi concetti storici, che ormai andrebbero messi da parte.

Ottimi ci sono sembrati gli ordini del giorno presentati dai colleghi Stablum e Conci, per i quali abbiamo votato a favore trovando però poca adesione dalle altre forze politiche e soprattutto la contrarietà del Partito Democratico, come sempre, totalmente incoerente di quelle che erano le dichiarazione fatte, in precedenza, sulla stampa.

Peccato dunque che le ignoranze degli adulti, di certi adulti, vadano poi a pesare su quello che sarà il futuro dei nostri figli.

Massimo Bessone                                                                                    Antonio Bova

Lega Nord                                                                                                        FLI

Annunci

Informazioni su Lega Nord Brixen Bressanone

Chi vota Lega Nord non è uno che odia, è uno che ama. Ama il rispetto, delle cose, delle leggi, il reciproco rispetto delle persone! Massimo Bessone - Coordinatore Lega Nord Valli Isarco e Pusteria Vice presidente del Consiglio Comunale di Bressanone
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...