2012.06.27 Bressanone – Risposta a Pedron e Letrari sul parcheggio del Max

In relazione alle risposte datemi, a mezzo stampa, dell’assessora Letrari, mi convinco sempre più che, da quando il sottoscritto ha sollevato il problema e proposto varie soluzioni, la giunta non è stata con le mani in mano negli ultimi due anni,come asserisce la stessa. Si, le mani se l’è messe davanti agli occhi ogni volta che passava per Via Laghetto! Di campeggio a sud di Millan ha sempre parlato lei, di area camper io. Rimango comunque dell’idea che in un comune, dove si buttano, da ormai 4 anni, 25 euro all’anno per l’affitto, dalla curia, di un giardino, quello Vescovile, senza avere ancora la più pallida idea di cosa farne, dove si costruiscono opere faraoniche come la nostra nuova palestra di roccia, quando si devono spendere dei soldi per sanare situazioni di pericolosità e disagio, vedi tralicci dell’alta tensione a Millan o il parcheggio della zona sud, appunto, i soldi mancano sempre!   Cara assessora Letrari, se il comune avesse voluto, in due anni una sbarra, come da me richiesto, per limitare l’accesso al parcheggio alle sole autovetture, l’avrebbe messa eccome. Altrimenti, se la giunta non è in grado di ovviare ad un problema di così facile risoluzione, come il trovare, in due anni, un fabbro che faccia un telaio in ferro, è meglio che prepari armi e bagagli e se ne torni a casa!   Per quello che concerne il vice sindaco Pedron, mi fa piacere che abbia il polso della situazione talmente sotto controllo da conoscere uno ad uno gli zingari, tanto da sapere gli orari dei loro spostamenti. Ieri un buon numero di persone residente ai margini del parcheggio, si è affrettato a smentirlo e tanti mi hanno inviato altro materiale fotografico, testimoniando che: Uno, il vice sindaco racconta favole, visto che le foto sono state fatte a distanza di settimane. Due che la vita, all’ interno del “campeggio” si svolge con un tale ritmo che tutto fa capire che ormai quello che era un parcheggio è ormai la residenza fissa per tanti nomadi, o una sicura tappa per quelli di passaggio.   Le forze dell’ordine poi, devono avere la stessa severità che hanno, giustamente, nel far rispettare le regole ai cittadini. Non si può avere un metro di severità con chi paga le tasse ed essere di manica larga con chi vive sfruttando le istituzioni e prendendosi gioco delle leggi.

Massimo Bessone Consigliere Comunale Lega Nord e PDL di Bressanone

Coordinatore Lega Nord Valli Isarco e Pusteria

Annunci

Informazioni su Lega Nord Brixen Bressanone

Chi vota Lega Nord non è uno che odia, è uno che ama. Ama il rispetto, delle cose, delle leggi, il reciproco rispetto delle persone! Massimo Bessone - Coordinatore Lega Nord Valli Isarco e Pusteria Vice presidente del Consiglio Comunale di Bressanone
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...