2015.08.22 Bressanone – Basta accattonaggio! La gente non ne può più!

Accattonaggio[1]

A Bressanone proprio non se ne può più! Ormai il centro città è invaso da soggetti che non si limitavano più a chiedere l’elemosina, ora il loro fare sempre più insistente, soprattutto con le categorie più deboli, assomiglia sempre più ad una pretesa, un dovere per il cittadino o il turista che si appresta a passare ove il richiedente denaro staziona.

La gente è stufa di questa situazione che non giova a nessuno e danneggia l’immagine della città.

Nella scorsa legislatura avevo presentato una mozione contro l’accattonaggio, bocciata dalla maggioranza, che ha poi presentato un regolamento alquanto blando e mal ordito.

Ora è giunto il momento che il nostro sindaco emetta un’ordinanza che vieti il più possibile questo fenomeno.

In quest’ultimo periodo mi sono incontrato con Peter Brunner, come sempre molto disponibile, ed ho fatto presente allo stesso il disappunto dei nostri concittadini e quelle che sono le mie idee su come arginare il fenomeno.

Lo stesso mi ha riferito che nell’ordinanza, che presto verrà alla luce, la mia opinione sarà presa in considerazione. Il primo cittadino si è subito attivato presso il Commissariato del Governo per poter avere lumi su quello che la legge consente di fare in materia.

Ritengo importante sottolineare che la gente non deve fare l’elemosina a queste persone perché, anche nella nostra città, esistono organizzazioni che si prendono già cura delle persone veramente bisognose che non hanno di che vivere.

Questi soggetti, invece, fanno parte di una vera e propria filiera dell’accattonaggio, ordita sulle loro spalle, che usa vigliaccamente questi diseredati per arricchire unicamente i propri vertici.

Le metodologie operative sono molte, ultimamente vi sono anche donne giovani con delle false prescrizioni mediche in mano che, dinnanzi alle farmacie, fermano i passanti chiedendo loro denaro per poter comprare delle fantomatiche medicine. In realtà i soldi, e ne arrivano molti, non vengono utilizzati per medicine, ma finiscono nelle loro tasche.

Mandiamoli subito via!

Bressanone non ha bisogno di questa gente che truffa autoctoni e fa scappare i turisti. Elementi che fingono menomazioni fisiche o che truffano le persone di buon cuore che si privano del denaro credendo di farlo a fine di bene, dovrebbero marcire in galera o essere rispedite a calci nel sedere ai loro Paesi d’origine! 

Un plauso va comunque alla polizia municipale che sempre deve arrabattarsi in situazioni difficili, tra mille leggi e cavilli burocratici.

Ritengo utile, però, creare una sinergia con gli altri comuni della provincia interessati dal problema, in modo da condividere informazioni utili ad identificare eventuali situazioni di illegalità, distinguerle quelle che, a volte, sono espressioni di un reale disagio sociale e punire severamente chi in maniera recidiva continua a truffare. 

Massimo Bessone

Consigliere Comunale Lega Nord di Bressanone

Coordinatore Lega Nord Valli Isarco e Pusteria

Annunci

Informazioni su Lega Nord Brixen Bressanone

Chi vota Lega Nord non è uno che odia, è uno che ama. Ama il rispetto, delle cose, delle leggi, il reciproco rispetto delle persone! Massimo Bessone - Coordinatore Lega Nord Valli Isarco e Pusteria Vice presidente del Consiglio Comunale di Bressanone
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...