2015.10.09 Bressanone – Firmata dal sindaco l’ordinanza contro l’accattonaggio! Anche le nostre idee sono state ascoltate, la nostra collaborazione è stata premiata.

elemosinaSe nella scorsa legislatura la mozione “anti accattonaggio” che avevo presentato non è stata presa in considerazione dalla maggioranza, questa volta il sindaco Peter Brunner ci ha dato retta ed ha ascoltato così l’esasperazione dei cittadini ormai stufi di questa situazione che non giova a nessuno e danneggia l’immagine della città.
Come ho sempre sostenuto, il mio collaborare part time con la maggioranza non è volto all’ottenere un qualcosa di personale, vedasi la vice presidenza del consiglio, ma piuttosto al riuscire a “portare a casa” una serie di tematiche alle quali tengo per il bene dei cittadini, e il proibire il più possibile l’accattonaggio è una di queste.

Fruttuosi dunque gli incontri avuti con un Peter Brunner sempre molto disponibile, nei quali ho fatto presente il disappunto dei nostri concittadini e quelle che erano le mie idee su come arginare il fenomeno.
L’ordinanza, dopo aver superato il parere del Commissariato del Governo vede ora la luce, speriamo possa essere un valido deterrente per arginare il fenomeno.

Ritengo importante sottolineare che questa ordinanza non va contro le povere persone, anzi la sua emanazione farà sì che venga fermata questa filiera dell’accattonaggio che usa vigliaccamente questi diseredati per arricchire unicamente i propri vertici.
Una vera è propria organizzazione mafiosa.

Attenzione però, non solo Brunner e Bessone devono operare per Bressanone, ogni singolo cittadino deve collaborare a reprimere il fenomeno, non facendo più l’elemosina, anche perché, nella nostra città, esistono, da tempo, organizzazioni che si prendono cura delle persone veramente bisognose che non hanno di che vivere, vedasi Caritas, Chiesa e varie comunità.
Anche i veri bisognosi, soprattutto i diversamente abili in cerca d’aiuto vero, troveranno giovamento nell’allontanamento di chi finge menomazioni fisiche truffando le persone di buon cuore che si privano del denaro e penalizzando chi ha davvero bisogno.

Ora tocca alla polizia municipale che come sempre espleterà al meglio il proprio dovere arrabattandosi in situazioni difficili, tra mille leggi e cavilli burocratici.
Sottolineo ancora una volta che bisogna creare una sinergia con gli altri comuni della provincia interessati dal problema, in modo da condividere informazioni utili ad identificare eventuali situazioni di illegalità, distinguerle quelle che, a volte, sono espressioni di un reale disagio sociale e punire severamente chi in maniera recidiva continua a truffare.

Bressanone, 14 ottobre 2015

Massimo Bessone
Consigliere Comunale Lega Nord Bressanone
Coordinatore Lega Nord Valli Isarco e Pusteria

Annunci

Informazioni su Lega Nord Brixen Bressanone

Chi vota Lega Nord non è uno che odia, è uno che ama. Ama il rispetto, delle cose, delle leggi, il reciproco rispetto delle persone! Massimo Bessone - Coordinatore Lega Nord Valli Isarco e Pusteria Vice presidente del Consiglio Comunale di Bressanone
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Accattonaggio, Politica, Sociale e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...