2015.11.28 Il Natale e la teoria di Peppa Pig.

1448644500-ts-149209358-broken-christmas-ornament-s4x3Veronese di nascita, ma perfettamente integrato in quella splendida terra che è l’Alto Adige, non pretendendo, semplicemente imparando, arricchendomi…
Mi lascio, dunque, ancora sorprendere da notizie come quella di oggi, che in una scuola della periferia di Milano, la festa di Natale verrà cancellata.
Perché?
Leggete questo mio pezzo e capirete il perché…

Quattro candele, una affianco all’altra, tante varianti, diversi colori, un unico significato scandire l’avvento accendendo una candela alla volta, ogni domenica, fino all’arrivo del Natale.
Quanta magia, com’è meraviglioso il Natale per i bambini, soprattutto in Alto Adige ove un Italiano come me si è integrato ed ha apprezzato ed imparato storia, tradizione, magia.
La neve che cade, le luci di un albero addobbato, il presepe, l’agitazione dei bambini che scartano i regali, le famiglie riunite attorno ad un tavolo, forse la cosa più bella… Quest’anno per me con qualche lacrima per chi non c’è più, ma questa è un’altra storia che a voi poco interessa.
Insomma se penso a qualcosa di romantico, ad un’atmosfera magica non posso pensare che al Natale.
Ebbene è di oggi, ma comunque non nuova, la notizia che in una scuola, stavolta a Rozzano (MI) il Natale è stato cancellato, “in nome degli attentati di Parigi”, sarà sostituito a gennaio da un’anonima “Festa dell’inverno”.
Già, l’inverno, ed allora tutto d’un tratto penso ad un luogo freddo, inospitale, noioso solo pioggia, nebbia o neve e solo una parola rimbalza nella mia testa “Perché?”
A Rovereto (TN) in un asilo è stato rimosso dal giardino un maialino di plastica ove tutti e sottolineo tutti i bambini si divertivano un mondo. Niente la giostra è stata tolta, probabilmente da un dirigente che dalla vita di divertimento ne ha avuto sempre poco, perché la figura del maialino potrebbe non essere gradita agli islamici.
Perché?
Lorenzo il mio piccolo ed amato nipotino ieri mi ha detto d’aver sentito che il suo cartone animato “Peppa Pig” cesserà d’essere trasmesso perché potrebbe non piacere al mondo islamico.
Perché?
Già perché doversi spogliare della propria storia, della propria cultura, delle proprie tradizioni, per la paura, per il voler assumere una neutra e scialba identità che forse non irrita, ma neppure piace, che non ha senso che non ci porterà a nulla, non faciliterà l’integrazione e porterà alla nostra fine.
Se i dirigenti scolastici occupassero di più il loro tempo per studiare progetti intelligenti di vera integrazione, senza perderlo stupidamente nell’uccidere la cultura, senza creare odio nei bambini che crescono vedendo che questo Islam, che neppure sanno cosa sia, li priva del divertimento, gli nega la storia dei propri nonni, l’identità dei genitori…
Perché?
Un popolo senza storia e cultura è un popolo morto.

Massimo Bessone

Consigliere Comunale Lega Nord di Bressanone

Coordinatore Lega Nord Valli Isarco e Pusteria

 

Annunci

Informazioni su Lega Nord Brixen Bressanone

Chi vota Lega Nord non è uno che odia, è uno che ama. Ama il rispetto, delle cose, delle leggi, il reciproco rispetto delle persone! Massimo Bessone - Coordinatore Lega Nord Valli Isarco e Pusteria Vice presidente del Consiglio Comunale di Bressanone
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Immigrazione, Politica, Sociale e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...