2016.08.03 Ortisei – Migranti usati come babysitter all’insaputa dei genitori.

bambini

In un periodo nel quale i mass media ci raccontano di maltrattamenti in strutture private atte ad intrattenere i bambini e si fa tanto parlare di installazioni di telecamere a circuito chiuso negli asili o nei luoghi ove bambini sono affidati a terzi, fa un certo scalpore sentire che ad Ortisei, in Val Gardena, un’associazione che si occupa di ragazzi e si serva di migranti e clandestini, per intrattenere, all’insaputa dei genitori, i bambini dai 3 agli 11 anni che partecipano al progetto estivo della durata di sei settimane denominato “L’Pavel”. Una sorta di campo estivo, atto ad intrattenere i piccoli durante il periodo nel quale scuole ed asili sono chiusi ed i genitori devono comunque lavorare, non potendo seguire i loro figli.

Alcune mamme della Val Gardena che mi hanno contattato raccontandomi questa cosa sono alquanto perplesse.

I genitori, dopo essersi informati accuratamente sul progetto ed accertati che il personale che avrebbe badato al bene più prezioso che ognuno di noi ha, i figli, hanno deciso di iscrivere i loro bambini a questa iniziativa.

Nulla da eccepire sull’organizzazione, i costi sono alti, ma i bambini vengono intrattenuti in numerosi eventi, tutti documentati per iscritto e con foto.

A casa però, dopo alcune settimane, i pargoli hanno incominciato a raccontare che trascorrevano, da tempo, le giornate con alcuni uomini “di colore”.

Le mamme hanno contattato allora le operatrici, che stando ai documenti dovevano essere le uniche ad intrattenersi con i loro bambini. Le stesse davanti all’evidenza hanno chiarito che al loro progetto avevano aderito, su base volontaria, cinque uomini dei venticinque migranti ospiti della cittadina Gardenese.

Naturalmente, ma è bene sottolinearlo, nessun problema e nessuna discriminazione per il colore della pelle o per la provenienza di queste persone, ma va da sé che qualcosa non torna su quelli che erano i patti tra genitori ed associazione.

Chi è al corrente di chi siano questi uomini? Quale sia la loro storia, il loro passato e la loro fedina penale? Perché fare questo, con i bambini e perché in un progetto nel quale ogni attività viene documentata ed annunciata per iscritto, tenere questa cosa nascosta ai genitori? Questo tacere da parte dell’associazione su una cosa così importante non piace, perché il silenzio, il fare le cose di nascosto, genera sospetto ed il sospetto paura in questi poveri genitori.

Perché, poi, lo spirito di volontariato di questi signori non può trovare sbocco in alte attività più idonee e più utili alla collettività ed agli stessi per imparare un lavoro che possa veramente permettergli una maggior integrazione nella nostra società?

In un piccolo paese, dunque, ove quando si è venuto a sapere dell’arrivo di queste persone e della loro collocazione accanto ad una scuola elementare, in tre giorni si sono raccolte 800 firme di persone che contestavano questo fare, ora, non solo si è dovuto assistere all’arrivo di questi individui, ma all’insaputa dei genitori che questi facciano anche da babysitter ai loro figli, mi sembra davvero un eccesso!?

Massimo Bessone

Coordinatore Lega Nord Valli Isarco e Pusteria

Consigliere Comunale Lega Nord di Bressanone

Bressanone, 4 agosto 2016

Annunci

Informazioni su Lega Nord Brixen Bressanone

Chi vota Lega Nord non è uno che odia, è uno che ama. Ama il rispetto, delle cose, delle leggi, il reciproco rispetto delle persone! Massimo Bessone - Coordinatore Lega Nord Valli Isarco e Pusteria Vice presidente del Consiglio Comunale di Bressanone
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Immigrazione, Politica, Sociale e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a 2016.08.03 Ortisei – Migranti usati come babysitter all’insaputa dei genitori.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...