2016.09.04 Prossimo arrivo di 60 profughi a Bressanone – La Lega non ci sta!

Massimo Bessone - Vice presidente Consiglio Comunale Bressanone - Brixen (6)Come spesso accade, le notizie relative all’arrivo, nei comuni altoatesini, di migranti giungono prima dai mass media che dai canali ufficiali.
La cosa è ancor più grave, se queste notizie vengono tenute volutamente nascoste a chi, come il sottoscritto, ricopre una carica nell’ambito di un’amministrazione comunale.

Tengo comunque a precisare che questo mio comunicato stampa è redatto non in veste di vice presidente del consiglio comunale di Bressanone, ma bensì come consigliere comunale e referente di zona della Lega Nord.

La notizia del prossimo arrivo di una sessantina di migranti nella città vescovile, dunque, non è certo gradita non solo a me o a chi con me collabora, ma alla maggior parte dei cittadini brissinesi, questo è testimoniato anche dalle tante persone che mi hanno prontamente interpellato dopo aver appreso la notizia.

In questi ultimi anni a Bressanone vi è stato un aumento di furti e criminalità che ha visto, inutile nasconderlo, nel novantanove per cento dei casi sempre cittadini stranieri come attori principali. In più le persone che nelle vie cittadine chiedono la carità, talvolta importunando anche i passanti in maniera molesta, sono raddoppiate, e l’ordinanza del sindaco, partorita anche con il nostro appoggio, pur essendo buona, è spesso resa vana dalla burocrazia e dal garantismo di questo malandato Paese.

Dunque perché andare ancor più a degradare la vita dei cittadini Brissinesi.

Queste mie dichiarazioni potrebbero sembrare fuori luogo di fronte a persone in fuga da guerre, ma i dati in possesso del Viminale confermano che la percentuale delle persone che, tra i migranti, scappano da conflitti è meno del cinque per cento.
Anche la vicina Ortisei  con un unico immigrato avente diritto d’asilo in Italia, su venticinque ospiti, ne è un esempio lampante.

Anche il volerli concentrare in un unico luogo può diventare una bomba ad orologeria.
Si rischia di creare un altro ghetto, dopo quello delle case IPES di Milland, frutto di errori di una precedente amministrazione.

Non dimentichiamo che Bressanone, grazie all’ottimo lavoro di numerose associazioni di volontariato, ospita già molti più immigrati rispetto ai dodici dichiarati.

Dunque, sia chiaro, a Bressanone non vogliamo clandestini!

 Massimo Bessone

Consigliere Comunale della Lega Nord di Bressanone

Coordinatore Lega Nord Valli Isarco e Pusteria

Annunci

Informazioni su Lega Nord Brixen Bressanone

Chi vota Lega Nord non è uno che odia, è uno che ama. Ama il rispetto, delle cose, delle leggi, il reciproco rispetto delle persone! Massimo Bessone - Coordinatore Lega Nord Valli Isarco e Pusteria Vice presidente del Consiglio Comunale di Bressanone
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Accattonaggio, Ambiente, Anziani, Attualità, Furti, Immigrazione, Malavita, Politica, Sociale, Terrorismo e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...